Un Apprendistato – Un Futuro :
Appello della società civile affinché i giovani migranti respinti possano continuare e terminare la loro formazione.

2 640 persone hanno firmato l’appello

Slider

Il 2 febbraio 2019 si è tenuto in Svizzera Romanda il primo incontro concernente i giovani migranti richiedenti d’asilo respinti. Si sono riuniti circa 200 partecipanti in provenienza da tutti i cantoni romandi. Giovani, padroni, professionisti dell’ambito dell’asilo e famiglie di padrini che hanno evocato la loro viva preoccupazione di fronte alla moltiplicazione di casi di apprendisti obbligati a rinunciare al loro apprendistato in seguito al rifiuto della loro domanda d’asilo.
Attraverso questo appello basato su una pluralità di voci, i segnatari domandano immediatemante alle autorità federali e cantonali di permettere ai giovani, per quanto respinti, di terminare la loro formazione.

Le famigle di padrinato

[…Vogliamo che i giovani possano avere delle perspettive…]

Gli insegnanti

[…Chiediamo che ogni giovani possa terminare una formazione qualificante e certificante indipendentemente dasl suo statuto…]

I padroni ed i formatori d’apprendisti

[…Noi abbiamo fatto l’esperienza di giovani apprendisti migranti molto seri ed impegnati nel loro lavoro. Ci troviamo di fronte a delle interruzioni nefaste per le nostre imprese…]

I giovani apprendisti respinti

[…Abbiamo bisogno di una formazione e di un esperienza professionale per il nostro futuro. La formazion ci permette di essere indipendenti. Dateci la possibilità di terminare il nostro apprendistato…]

I professionisti dell’ambito dell asilo

[…Denunciamo la disperazione dei giovani motivati ad investirsi nella loro integrazione e nel loro apprendistato che, a seguito delle decisioni negative, sono confrontati a difficoltà d’ordine psicosociale…]